Brand: i concetti chiave

Brand: i concetti chiave
Il brand è un asset talmente importante di una società, che viene contabilizzato in bilancio fra le immobilizzazioni immateriali. Deve essere visto come una variabile che non contiene solo la filosofia, ma anche la storia dell’impresa, l’esperienza maturata negli anni e di conseguenza il livello di notorietà e le aspettative che suscita nei confronti dei consumatori.
Siete curiosi e volete saperne di più? Volete imparare a gestire al meglio il vostro brand?
Ecco le definizioni che dovete imparare a memoria, se volete creare al vostro brand quel valore aggiunto che lo renderà indelebile nella testa dei consumatori…

 

  • brand name: il nome, ovvero la scritta, il marchio (trademark) che il brand owner (impresa proprietaria del brand) può proteggere giuridicamente attraverso la registrazione
  • brand perception: qualità del brand che si articola in: brand awareness: (notorietà) indica la capacità dei consumatori di identificarlo, e brand image (immagine), ovvero le idee e le aspettative dei consumatori nei suoi confronti.
  • brand equity: è valore del brand in condizioni di funzionamento
  • brand value: è il valore del brand nell’ipotesi di cessione, cioè indica il valore monetario che un soggetto corrisponde al proprietario per acquisirlo
  • brand essence: l’espressione più semplice ed immediata della promessa di una brand, la filosofia che lo identifica e lo fa rimanere impresso ai consumatori
  • brand activation: è uno dei principali processi di marketing attraverso cui si fa vivere un brand, coinvolgendo a vari gradi i consumatori affinché cambino il modo in cui lo vedono; modifichino il modo in cui si comportano nei suoi confronti, influenzando il loro comportamento d’acquisto.
  • brand management: è un’attività volta ad aumentare il valore percepito (perceived value) della brand image
  • brand identity: è tutto ciò che l’impresa vuole che i consumatori percepiscano del brand. È importante per l’impresa che la brand identity si avvicini il più possibile alla brand image
  • brand franchise: è il livello di fedeltà dei consumatori che permette all’impresa di ottenere una differenziazione del prodotto dalla concorrenza
  • brand experience: coinvolge la sperimentazione dei prodotti o dei servizi legati al brand
  • brand architecture: struttura che organizza il portfolio dei sotto-brand detenuti da un’impresa, specificando quale ruolo è svolto da ciascuna di questi e quali rapporti intercorrono tra di essi, nella specificità rappresentata da ciascun contesto di prodotto – mercato in cui sono collocati.
  • brand portfolio: complesso dei vari sotto-brand all’interno di una architettura di brand
  • brand positioning:  posizione distintiva che un brand assume nel suo contesto competitivo per assicurarsi che gli individui nel mercato di riferimento lo percepiscano come differente e distintivo rispetto ai concorrenti.
  • brand recognition: indicatore che misura la capacità dei consumatori di ricollegare un brand al prodotto o all’azienda che lo produce
 newyork
Abbiamo volutamente mantenuto le definizioni inglesi, perché il marketing (lo dice la parola stessa) scrive e parla questa lingua universale, che noi professionisti della comunicazione non ci possiamo esimere di masticare.
Nostro compito è rendere il tutto digeribile e facilmente assimilabile, trasformando le parole anglofone del marketing in concetti semplici e comprensibili, per applicarli a strategie concrete pensate su misura per voi!

 

 

 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply