Fare retargeting

Fare retargeting

Sarà capitato anche a te: stai per concludere un acquisto on line, ma poi tergiversi, ti chiedi se quell’oggetto ti serve davvero e alla fine svuoti il carrello e non ne fai di niente… È semplice, nessuno ti ha visto, concedersi un ripensamento on line non è imbarazzante come un “no-grazie” detto ad una commessa, o come mollare un carrello pieno davanti ad una cassa…

Ma non è proprio così.

Le nostre azioni on line sono tutte tracciate: la borsa che abbiamo guardato e riguardato una ventina di volte, messa nel carrello e poi abbandonata al suo destino, tornerà a riproporsi nei prossimi giorni sul motore di ricerca che utilizziamo e sulla maggior parte dei siti web che visiteremo…un po’ come un fantasma che ci tira i piedi di notte, finché non ci convinceremo che non possiamo farne a meno e finiremo per comprarla.

Persuasione occulta? No. Semplicemente retargeting.

Trasformare i visitatori indecisi in acquirenti, questo è l’obiettivo del retargeting. Generalmente, solo il 2% dei visitatori effettua un acquisto durante il primo accesso a un negozio online. Il retargeting fa in modo che l’altro 98% ritorni. Il segreto è tracciare gli utenti che visitano un sito e mostrare loro i prodotti che hanno visto quando navigano altrove, in modo che il brand viene riconosciuto ed acquisti notorietà.

L’esposizione ripetuta aumenta la percentuale dei clic e quindi le conversioni…insomma gli acquirenti indecisi tornano quando sono pronti ad acquistare.

È un po’ come se invece di essere tu che tutte le mattine passi davanti alla vetrina di un negozio, fosse la vetrina a passare davanti a te, e può farlo in ogni momento della giornata, anche quando sei in bagno o stai per addormentarti.

Lo sappiamo, sembra quasi folle, ma in fondo si tratta solo di strategie di vendita: gli annunci di retargeting più efficaci sono estremamente personalizzati, fanno emergere un chiaro invito all’azione e promuovono un’offerta. Ovviamente bisogna differenziare il retargeting anche in base alla tipologia di prodotto e sul suo costo, sulle offerte last minute conviene essere “martellanti” mentre se si promuove un oggetto di lusso, è meglio essere meno invadenti e più discreti.

Vuoi fare retargeting? L’importante è affidarsi a professionisti esperti e pianificare una strategia di vendita in base al tuo prodotto, dopodiché sarà solo una questione di carattere tecnico…ovvero creare un codice all’interno del tuo sito in grado di tracciare i visitatori …

Sei curioso, vuoi saperne di più?

 

Approfondisci l'argomento
 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply