Molti di voi leggeranno la nostra newsletter dallo smartphone, per questo abbiamo deciso di seguire anche noi le pillole di buonsenso in rete elargite da un’esperta di email marketing come Alessandra Farabegoli, per condividerle con voi.

FullSizeRenderLa prima pillola e la più importante di cui tenere conto è l’attenzione dell’interlocutore: siamo tutti sommersi di messaggi, cerchiamo di essere brevi e di andare subito al punto, cercando di essere interessanti alla prima occhiata.
La seconda pillola da mandare giù riguarda l’obiettivo che vogliamo raggiungere con il nostro messaggio: la call to action deve essere chiara e facile da cliccare.
La terza pillola riguarda la forma: bisogna pensare che chi legge da uno smartphone, magari lo fa mentre si trova in treno, ma anche a letto o in bagno, quindi il lay-out della newsletter deve essere prima di tutto responsive.
E adesso speriamo solo che ci abbiate trovati interessanti al punto da leggere fino a qui…e approfondire l’argomento