Parliamo di storytelling, ovvero dell’arte di raccontare storie.

Noi toscani modestamente, in quando discendenti di Boccaccio, ne sappiamo qualcosa…saper raccontare bene una storia è un modo intelligente per trasmettere un messaggio che può farci guadagnare il rispetto e la fiducia di chi ci ascolta.

E visto che ci rivogliamo alle aziende, veniamo subito al sodo: perché è così importante raccontare una storia al nostro target?

La risposta è semplice: la gente compra dalle persone in cui crede.

Stiamo parlando di fidelizzazione. Un processo delicato e complesso, un puzzle che si costruisce un poco alla volta con impegno e dedizione. Non è facile convincere qualcuno che può fidarsi di noi.

Qual è la strategia migliore?

Essere se stessi, e soprattutto essere sinceri, in una parola: raccontarsi.

A tutti piacciono le storie, quelle fantastiche, che fanno sognare, ma anche quelle vere in cui è facile immedesimarsi. Ecco perché lo storytelling è così importante: perché crea un rapporto di empatia con le persone a cui ci rivolgiamo, le mette a loro agio, le fa rilassare e fa allontanare il sospetto che ci sia una fregatura dietro l’angolo.

In epoca di massificazione della comunicazione siamo tutti portati ad omologarci e a lavorare di copia e incolla. Ne sanno qualcosa le miriadi di agenzie che creano contenuti preconfezionati, utilizzando app e bot automatici, che scandagliano la rete alla ricerca di articoli da copiare, che poi rivendono come autentici.

Siamo sicuri che questo tipo di lavoro dia risultati soddisfacenti? Siamo sicuri che martellare il proprio target con storie inutili e banali sia la scelta giusta per differenziarci dai nostri competitors?

La verità è che ogni azienda ha la sua vera storia da raccontare e per attirare una vera attenzione da parte del suo target deve semplicemente raccontarla bene.

Qualcuno avrà sentito parlare di Socrate e dell’arte della maieutica. In due parole il noto filosofo greco era convinto che la “nostra verità” fosse già scritta dentro di noi, e che bastasse rispondere alle domande giuste per tirarla fuori.

Ed è proprio quello che devono fare oggi dei seri professionisti della comunicazione: farvi le domande GIUSTE per indurvi a raccontare la VOSTRA storia, studiare il modo per renderla UNICA, e divulgarla attraverso i GIUSTI strumenti non a tutti, ma al pubblico GIUSTO, quello dei vostri futuri clienti.